Bezzuga è la Mascotte del Minibasket italiano

Si chiama Bezzuga, che nel dialetto toscano vuol dire tartaruga. Ha una palla a spicchi in mano, e il suo immancabile guscio. Perché Bezzuga è un’amica del Minibasket, e perché, come tutti i minicestisti, ha una casa su cui contare!

Realizzata da Matteo Prescendi e dai suoi compagni dell’ASD GS Basket Donoratico di Castagneto Carducci (Livorno), Bezzuga è la vincitrice nazionale del contest “il Minibasket cerca la sua mascotte”.

A fine luglio il Settore Minibasket aveva pubblicato le vincitrici regionali, arrivate dopo l’attenta valutazione delle centinaia di disegni arrivati a minibasket@fip.it. da parte della Commissione formata dalla presidentessa Minibasket FIP Margaret Gonnella, dal Responsabile Tecnico Minibasket Maurizio Cremonini e i membri dello Staff Tecnico Nazionale Minibasket.

Oggi Bezzuga diventa ufficialmente la Mascotte del Minibasket italiano, e accompagnerà tutta la comunicazione del Settore Minibasket nella stagione 2021/22.

Un riconoscimento di prestigio per l’elaborato che ha saputo meglio di tutti sintetizzare i valori del Minibasket. Quei valori che parlano di partecipazione e di attenzione verso tutti. E che sono stati ricordati da Maurizio Cremonini, in visita nella casa del Minibasket di Donoratico, dove in prima persona ha voluto ringraziare i piccoli artisti portando loro in dono le maglie Spalding appositamente realizzate dal Settore Minibasket: “Bezzuga ha una casa. Ogni bambino del Minibasket, soprattutto i più lenti e i meno capaci, devono avere la propria casa”.

Guarda qui il video della visita a sorpresa di Maurizio Cremonini all’ASD GS Basket Donoratico di Castagneto Carducci.

Ufficio Stampa Fip

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*